Ravioli, fantasia di primavera

Buonasera amiche e amici!!!

Da quando ho cominciato a lavorare in pasticceria il martedì è diventato la mia domenica. Il giorno di riposo, quello in cui si dorme un po' più del solito, in cui i ritmi rallentano nonostante le mille mila cose da fare. E' il giorno in cui in tavola riesco a portare tutti quei piatti che elaboro durante i restanti 6 giorni della settimana e a cui riesco a dare finalmente forma.

Così il martedì è diventato il giorno della pasta fresca: un po' di farina, qualche uova e via. Tagliatelle, pasticci e ravioli: in base all'estro, in base agli ingredienti, in base a come mi gira ;-) Come oggi a pranzo: dal nulla è nato un raviolo superlativo, forse il più buono che abbiamo mai preparato. Io e mio marito siamo ancora indecisi se dargli questo rinomato premio ;-)




INGREDIENTI per 2/3 persone:

200 g SEMOLA RIMACINATA DI GRANO DURO
2 UOVA
300 g ASPARAGI VERDI
200 g MOZZARELLA DI BUFALA
1/2 CIPOLLA
2 cucchiai PANGRATTATO
1 noce di BURRO
1/2 cucchiaino DADO VEGETALE in polvere
sale e olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO:

Iniziate preparando gli asparagi. Con un pelapatate pulite il gambo, tagliate la parte più esterna e dura e sciacquateli sotto acqua corrente. Tamponateli e tagliateli a piccole rondelle, tenendo da parte la punta. In una padella rosolate la cipolla tagliata sottilmente con un filo di olio per una decina di minuti. Unite gli asparagi e cuocete per 5 minuti a fiamma moderata coperti con un coperchio. Aggiungete ora le punte e il dado e continuate la cottura, sempre coprendo con il coperchio per altri 10 minuti, mescolando di tanto in tanto. Regolate di sale se necessario e terminate la cottura per altri 5 minuti senza coperchio: i vostri asparagi devono essere belli morbidi.
Nel frattempo tagliate la vostra mozzarella di bufala a quadratini e lasciateli sgocciolare nello scolapasta.




Preparate ora la pasta. Nella spianatoia versate la semola e formate una fontana: rompete dentro le uova e unite una presa di sale. Impastate energicamente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Coprite e fate riposare per circa mezz'ora. Suddividete l'impasto in 3 o 4 parti e stendetelo con la nonna papera: non fate la sfoglia troppo sottile altrimenti il ripieno tenderà ad uscire. Io mi sono fermata al terzultimo scalino. A questo punto formate i vostri ravioli. Formate sulla sfoglia così tirata dei mucchietti di asparagi, un cubetto di mozzarella e un pizzico di pangrattato, ripiegate su se stessa la pasta e chiudete i ravioli cercando di far fuoriuscire bene l'aria in modo che in cottura non si rompano. Coppate con un coppapasta di 7/8 cm di diametro e con i rebbi di una forchetta sigillate bene i bordi. Cuocete in acqua bollente salata per 5 minuti (vi consiglio di unire un filo di olio nell'acqua in modo che non si attacchino l'uno con l'altro). Scolate e fate saltare in padella con gli asparagi rimanenti e una noce di burro. Servite ancora fumanti e completate con la mozzarella rimasta!



0 commenti:

Posta un commento