Una serata con dei grandi panini gourmet

Durante il fine settimana appena conclusosi, ho avuto il piacere di andare ad un evento davvero fantastico, all'insegna del buon cibo e di grandi chef chiamati a presentare il re dello street food a loro modo: ecco che hanno preso vita dei panini da veri gourmet. Ricercati e studiati in ogni loro piccolo particolare, perché nulla è stato lasciato al caso.





Birre del birrificio K&L
L'evento, alla sua seconda edizione, organizzato dal gruppo "Giovani del gusto" in collaborazione con "Ristoranti Che Passione" e la ProLoco di Nanto, era volto alla valorizzazione di prodotti locali dei Colli Berici tra cui hanno spiccato il tartufo e l'olio extravergine di oliva. A condurre la serata Riccardo Penzo e le foodblogger delle "Forchette Piccanti". Ma i veri protagonisti loro, tre giovani chef veneti e i loro sublimi panini, ciascuno accompagnato da una diversa birra artigianale firmata da K&L. Il tutto arricchito dalla splendida location: in mezzo al verde rigoglioso dei colli di Nanto.




La serata ha avuto inizio con il più giovane, Matteo Grandi del ristorante DeGusto, che ci ha presentato un panino vegetariano: panino ai 5 cereali con hamburger preparato con caponatina di verdure e patate su letto di insalatina e arricchito da una salsa bernese al tartufo. Un equilibrio e una delicatezza che hanno davvero ammaliato il mio palato: un'inizio di serata spettacolare. Il tutto accompagnato da una birra chiara di frumento, leggera e fresca.






Dopo di che è stata la volta dello chef del ristorante 3quarti, Alberto Basso, il quale ha presentato due mini panini: entrambi i panini avevano un pane preparato con farina di grano tenero mista a farina di riso. La farcitura era a base di tartare: l'una battuta al coltello con olio extravergine di oliva dei Colli Berici, aglio e senape di Digione su di una julienne di carote, l'altra sempre una tartare, ma questa volta battuta con olio al tartufo su maionese al profumo di zenzero per donare quello sprint in più al panino. Sentendo lo chef raccontare il piatto mi aspettavo un panino dal gusto molto deciso, invece la più grande sorpresa è stata la delicatezza di questi due mini panini. Ad accompagnarli una birra bionda, più intensa rispetto la precedente, con nota amarognola, ottima con carni aromatiche.




 



 












Birra Blond Ale


E dulcis in fundo è stata la volta della focaccia dello chef dell'agri-ristorante Le Vescovane, Davide Pauletto. Sicuramente il panino più complesso da un punto di vista di ricerca, di gusto e di sapori, ma la passione nel crearlo si leggeva negli occhi dello chef e nella voce mentre lo raccontava ed analizzava assieme a noi. Una focaccia nera ricca di fibre e crusca a lievitazione naturale, il cui interno ha visto una farcitura davvero particolare: un hamburger di trota salmonata ed erbe officinali su letto di cappuccio fresco tagliato sottilmente e carota bianca. A completare il tutto una citronette per donare freschezza e maionese al tartufo e prosciutto crudo. Un vero e proprio spettacolo: la dimostrazione che un panino può diventare un grandissimo piatto gourmet. A questo abbiamo abbinato una Blond Ale con cardamomo, birra di orzo e frumento, dal gusto intenso, ma capace di dare freschezza al piatto.




 










Una serata interessante a dir poco, all'insegna del panino d'autore: di panini creati con arte e conoscenza, per rendere un piatto spesso banale, in qualcosa di magico e travolgente!

0 commenti:

Posta un commento