Come vola il tempo!

Solo oggi mi sono resa conto che questa è l'ultima domenica di luglio: un altro mese è già volato, ma soprattutto manca solo una settimana al completamento della parte teorica del mio corso di pasticceria.


Savoiardi


La stanchezza comincia a farsi sentire: la sveglia presto tutti i giorni, il caldo e le intense giornate ricche di novità hanno fatto volare questi mesi estivi!

Burro
Le due settimane appena trascorse ci hanno portato in cantina per un'uscita didattica all'insegna del buon vino. Ma ci siamo anche improvvisati malgari producendo un burro homemade partendo dalla panna fresca...e sentiste che bontà sui crostini: un abbinamento di gusti da far girare la testa.




Savoiardi
Ma soprattutto, in quest'ultimo periodo, ci siamo dedicati anima e corpo al laboratorio: le mani sempre in pasta per provare, sperimentare e realizzare più dolci possibili. Alla scoperta di tutti i segreti possibili per preparare biscotti friabili e fragranti, babà e pastiera per richiamare i sapori del sud e gli strudel sognando il fresco venticello delle montagne altoatesine. Con la pasta sfoglia, però, non abbiamo preparato solo dolci: ci siamo lanciati anche nel mondo salato realizzando deliziose pizzette e gustose quiche ripiene di ricotta e verdure. 



Semifreddo tiramisù

Fantasia di biscotti

Babà













Strudel di mele, cannella e cioccolato fondente

Pastiera

Pizzette

















Quiche













Impasto per pizza al piatto
Venerdì, poi, abbiamo avuto una lezione davvero stupenda: pizza in teglia e al piatto. Un insegnante, Simone Calore, preparato e appassionato del suo mestiere di pizzaiolo che in una mattinata ci ha aperto la mente e gli occhi su questo affascinante, intrigante e segreto mondo della pizza. Sembra facile, basta unire farina, acqua, lievito, sale e olio, ma la pizza non è solo questo. E' molto altro! Preparare la pizza significa conoscere profondamente le proprie materie prime, significa ricerca, studio e analisi per saper mettere in forno un prodotto genuino, soffice, digeribile e buono. In una giornata ci ha potuto snocciolare qualche piccola chicca che custodirò gelosamente ;-) Ma vi assicuro che la soddisfazione di stendere a mano la mia prima pizza tonda da servire al piatto è stata davvero immensa!!!









La mia pizza con mozzarella, funghi e carciofi

0 commenti:

Posta un commento