L' assedio dello street food!

La Rocca di San Vitale in quel di Fontanellato, provincia di Parma, ha subito un assedio negli ultimi tre giorni. A tenerla sotto scacco ape-car e furgoncini provenienti da tutta Italia. E questi a loro volta presi letteralmente in assalto da una folla golosa ed affamata pronta a tutto pur di assaggiare tutte le prelibatezze che questo evento aveva da offrire.


 



















 
Una tre giorni dedicata interamente allo street food, ma di quello BUONO, di quello sano e genuino, di quello che punta sulla qualità e su materie prime d'eccezione. Ape-car e food truck trasformati in vere e proprie cucine itineranti pronte a friggere, sfornare, cucinare ogni tipo di bontà: dal gnocco fritto alla focaccia, dal gelato al risotto, dai muffin al burger di prima qualità! Tematiche di cui si è discusso con ospiti del calibro di Chef Rubio: l'importanza della merenda sana per i più piccoli, ma anche per i più cresciutelli il fulcro della chiacchierata tenutasi ieri pomeriggio.




Una scelta varia, ma soprattutto difficile: decidere cosa assaggiare è stata un'operazione davvero ardua! Però l'abbiamo dovuta compiere: mangiare tutto in una sola giornata era letteralmente impossibile se non si voleva scoppiare ;-) Così, dopo un'attenta analisi, abbiamo deciso su cosa fiondarci e un po' per volta abbiamo addentato alcuni cibi di strada, gustandoceli seduti lungo le mura della Rocca. Una location che ha reso il tutto suggestivo al punto giusto.

 


 















Cosa abbiamo azzannato? ;-) Tante, tantissime bontà: tutte quelle che la nostra panza è riuscita a contenere ;-)

 




Abbiamo cominciato con lo gnocco fritto farcito di mortadella, marmellata di cipolle di Tropea e aceto balsamico di Modena, preparato nel furgoncino dell'Osteria del gnocco fritto.











 

Al suo fianco un food truck fornito di ben tre forni a legna, che ci hanno letteralmente rapiti. Dovevamo assolutamente assaggiare la loro farinata di ceci classica: esattamente come quella che abbiamo mangiato in Liguria!







 

A questo punto abbiamo pensato che un bel frittino cadesse a fagiuolo, come si suol dire, e così le polpette ci siamo sbaffati, e che polpette: di baccalà mantecato. Frittura ottima e polpette fuori dall'ordinario!

 





 
E siccome la fame era implacabile, abbiamo seguito il richiamo della chianina e abbiamo mangiato uno dei burger più gustosi e buoni che abbia mai assaporato. Un toscanaccio non ce l'ha tolto nessuno: hamburger di chianina e cinta senese, funghi porcini saltati in padella con crema tartufata, pecorino di Pienza, lattuga e salsa bianca. Credo di aver detto tutto!






 
Giunti a questo punto abbiamo avuto bisogno di una pausa di riflessione: un caffettino per aiutare la digestione, un giretto all'interno della Rocca e qualche minuto di relax seduti lungo il fossato del castello per riprendere fiato e trovare qualche altro buchetto per assaggiare qualcos'altro, come ad esempio una leggera frisella con pomodorini e rucola ;-)




 



 
 






E qualche ape-car più in là c'era lei: la pizza romana con la mortazza...Come potevamo resistere? Cioè...voi sareste riusciti a non cadere nella grandissima tentazione di addentare quella fragrante focaccia bianca farcita con la mortadella affettata al momento? Noi proprio non ce l'abbiamo fatta ;-)



 



Infine l'ultimissimo buchino rimasto lo abbiamo chiuso con una bruschettina preparata da due ragazzi australiani scesi in Italia con la loro cucina dalla Germania. Sapori freschi ed esotici della crema di avocado, pomodori e pesto di menta. In alternativa si poteva optare per una bruschetta con crema di avocado, pancetta croccante e scaglie di parmigiano.













Ah mi stavo quasi per dimenticare: il tutto potevate accompagnarlo con una semplice acqua, ma con una delle diverse birre artigianali presenti era tutta un'altra storia. Noi abbiamo sorseggiato una Triple XXX e una Hauria di "Birra di classe": una bionda tendente al dolce e una chiara davvero eccezionali, accompagnamento perfetto alla nostra scorpacciata!














 

0 commenti:

Posta un commento