Pasta fresca che passione: tagliatelle con ragù d'anitra

Buonasera a tutti! Anche oggi ho le mani in pasta :-) Siamo già arrivati alla quarta ricetta di questa settimana dedicata alla pasta fresca fatta in casa: con oggi, come si suol dire, facciamo il giro di boa anche se potremmo parlare di pasta fresca veramente all'infinito: altro che una settimana...potremmo cambiare ogni giorno ricetta davvero per mesi!

Ma in questa settimana come non parlare di un grande classico? Quale? Ma delle tagliatelle al ragù, anche se per l'occasione si tratta di ragù d'anitra. L'impasto ruvido e poroso delle tagliatelle all'uovo fatte in casa è l'ideale per acchiappare il ragù e non mollarlo più: un connubio perfetto che non delude mai! Oggi, però, non vi lascio la classica ricetta come al solito: vi dò le dosi per una porzione di pasta e la ricetta per un chilo di ragù: non so da voi, ma a casa mia quando si fa il ragù se ne prepara sempre almeno un chilo così quello che avanza lo si può congelare e utilizzare in un secondo momento.



 
INGREDIENTI:

Per una porzione di pasta fresca all'uovo:

100 gr FARINA 00
1 UOVO
1 pizzico SALE FINO

Per il ragù:

1 kg CARNE DI ANITRA MACINATA per ragù
1 CIPOLLA
1 CAROTA
1 gamba SEDANO
1 rametto ROSMARINO
2/3 foglie SALVIA
1 bicchiere VINO BIANCO
sale e olio extravergine di oliva
 
PROCEDIMENTO:

Vi consiglio di cominciare preparando il ragù.
Pulite bene le verdure e tritatele con un mixer. In un tegame capiente fate rosolare il trito di verdure con un filo di olio per una decina di minuti: aggiungete gli odori (salvia e rosmarino) e dopo un paio di minuti il ragù. Fate rosolare qualche minuto e sfumate con il vino bianco: alzate la fiamma e fate evaporare. Una volta che il vino sarà evaporato abbassate la fiamma, coprite con il coperchio e cuocete pian pianino per un paio d'ore, mescolando di tanto in tanto e regolando di sale. Spegnete e lasciate nella pentola. Io vi consiglio di prepararlo anche il giorno prima in modo che tutti i sapori e profumi si amalgamino per bene: quello che non vi serve subito, una volta raffreddato, può tranquillamente essere congelato.




Per la pasta, invece, si procede come i giorni scorsi. In una terrina versate la farina e il sale, formate una fontana e al centro ponete le uova: impastate per bene fino ad ottenere un bell'impasto liscio e omogeneo. Fate riposare il composto per mezz'ora prima di stenderlo con la nonna papera e ricavare le vostre tagliatelle. Cuocete per un paio di minuti in abbondante acqua bollente salata con un filo di olio in modo che le tagliatelle non si attacchino tra loro durante la cottura. Scolate e condite con il vostro ragù.




Tagliatelle e ragù sono uno dei piatti che più mi ricorda i pranzi della domenica a casa di nonna. Il ragù è uno dei suoi piatti di battaglia ed ogni volta che lo mangio mi sento proprio a casa!!! 

0 commenti:

Posta un commento