Pagnottine di Kamut con pasta madre

Buonasera amiche e amici! E' dalle tre e mezza che saltello in giro per la casa dalla felicità ;-) Mercoledì mi sono messa in testa di provare a realizzare le brioches con la pasta madre e così l'altro giorno ho messo le mani in pasta e ho cominciato la lunga preparazione che si è conclusa oggi pomeriggio con la cottura! E sono venute una favola: queste si che son soddisfazioni.

Ma per la ricetta vi chiedo di pazientare un pochino: vorrei preparare per voi un tutorial per spiegarvi bene come realizzarle. Quindi appena le rifaccio, mi preparo la macchinetta fotografica a fianco e vi fotografo tutti i passaggi. Intanto vi lascio la ricetta del pane con farina di Kamut sempre con la pasta madre (ricetta tratta dal libro "La pasta madre" di Antonella Scialdone - ed- Eedagricole).




INGREDIENTI:

300 gr FARINA DI KAMUT
100 gr FARINA per pane/pizza
140 gr PASTA MADRE
215 gr ACQUA TIEPIDA
1 cucchiaino MIELE
10 gr SALE

PROCEDIMENTO:

In una terrina mescolate assieme le farine e il sale. Unite la pasta madre e aggiungete gradatamente l'acqua tiepida in cui avrete sciolto il miele: impastate energicamente per una decina di minuti fino ad ottenere un composto bello liscio ed omogeneo. Se necessario trasferite l'impasto su di una spianatoia. Formate una palla, riponetela nella terrina, coprite con pellicola e fate riposare per 3 ore all'interno del forno spento. Trascorso questo tempo riprendete l'impasto: sgonfiatelo con le mani dandogli una forma rettangolare e procedete con una serie di pieghe di rinforzo (piegate uno sull'altro il lato destro e quello sinistro, verso il centro ottenendo così un altro rettangolo. Girate quest'ultimo di 90° e ripetete la piegatura). Riponete il panetto così ottenuto nella terrina, coprite con pellicola e fate riposare un'altra ora.
Riprendete l'impasto, suddividetelo in due parti uguali e dategli la forma di due filoncini. Lasciateli riposare sulla spianatoia coperti con un canovaccio per una mezz'ora prima di trasferirli sulla teglia ricoperta con carta forno e fateli riposare in forno spento per altre 3 ore. Praticate dei piccoli taglietti sulla superficie prima di cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per circa 25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.




Il risultato è garantito! Non sono una grande esperta di pasta madre, ma questo pane l'ho provato fin dai primi esperimenti e mi ha sempre dato grandi soddisfazioni, soprattutto al mio palato. Dovete assolutamente provarlo e se anche voi vi state appassionando agli impasti con la pasta madre vi consiglio il libro poc'anzi citato perché è ricco di ricette riuscitissime e semplici!!!

0 commenti:

Posta un commento