Marmellata di cipolle di Tropea

Buon giovedì cari amici e care amiche! Stasera per voi ho una ricetta davvero particolare e sfiziosa: la marmellata di cipolle di Tropea! Un paio di anni fa ho deciso di cimentarmi nella sua realizzazione, provando una ricetta trovata sul web (il nome del sito all'epoca non me lo ero segnato e non l'ho più trovato!) e da allora, almeno una volta l'anno, preparo una scorta in modo che in casa non manchi mai! E voi, avete avuto occasione di assaggiarla? Una volta provata sono convinta che non la lascerete più.

Il suo sapore agrodolce vi stupirà e, allo stesso tempo, vi lascerà un po' perplessi, ma attenti perché è proprio questa la sua arma. Per capire se vi piace davvero sarete costretti ad assaggiarne un altro po' e un altro po' e un altro po': e il vasetto finirà come per magia :-) Io vi consiglio di mangiarla con un cracker e un pezzetto di formaggio di pecora o di capra stagionato e quindi bello saporito: il vostro aperitivo sarà veramente la fine del mondo! 


 

 


INGREDIENTI per circa 6 vasetti piccoli (125 gr):

1 kg CIPOLLE ROSSE DI TROPEA
300 gr ZUCCHERO SEMOLATO
2 LIMONI
2 bicchieri VINO BIANCO SECCO
SALE FINO q.b. (circa 4 cucchiaini)








PROCEDIMENTO:

In un'ampia casseruola anti aderente portate ad ebollizione i due bicchieri di vino bianco. Nel frattempo eliminate la buccia alle cipolle, lavatele, asciugatele e tagliatele finemente con la mandolina. Unitele al vino in ebollizione insieme allo zucchero, al succo dei due limoni e al sale. Cuocete a fiamma moderata per un'ora e mezza da quando riprende a sobbollire. A vostro gusto e piacere potete scegliere se frullarla con un mixer ad immersione oppure lasciarla a pezzettoni: io personalmente ne frullo solo una parte, lasciando qualche pezzetto di cipolla intera. 
Lasciate raffreddare prima di invasettare. Una volta che la vostra marmellata si sarà raffreddata, versatela all'interno dei vasetti, chiudeteli bene e poneteli all'interno di una pentola capiente coperti con acqua fredda. Accendete il fuoco e da quando comincia a sobbollire puntate il timer per 20 minuti: spegnete, fate raffreddare all'interno della pentola: così facendo i vostri vasetti saranno sottovuoto e potrete conservare la marmellata tranquillamente per qualche mese.






Una marmellata molto particolare, una marmellata fuori dal comune. Una marmellata che non potrà che stupirvi piacevolmente. E sono assolutamente convinta che allieterà molti vostri aperitivi: la stagione delle cene in giardino con gli amici si sta pure avvicinando. Mi sembra, quindi, un'ottima idea per stupire tutti i vostri invitati con un antipastino davvero godurioso!

0 commenti:

Posta un commento