Seppioline e ceci in umido su crostino di polenta

Buonasera a tutti! Ieri sera una carissima amica mi ha scritto, dicendo che aveva provato la mia ricetta delle tagliatelle con panna e salmone affumicato. Era molto soddisfatta del risultato e il sughetto è stato super approvato :-) Queste si che sono soddisfazioni: leggere il messaggio mi ha proprio resa felice ;-)

Quindi avanti con un'altra ricetta! Oggi parliamo ancora di pesce con un piatto che oserei riporre tra i grandi classici: seppioline in umido a cui ho aggiunto i ceci e affiancato un crostino di polenta di riso. Il segreto delle seppie in umido? La cottura lenta e prolungata è l'unico trucchetto per renderle morbide e tenere. Non bisogna avere fretta: tutto ha bisogno del tempo giusto, soprattutto il cibo, per poter sprigionare, poi, sul piatto, tutto il suo potenziale e la sua bontà!




 
INGREDIENTI per 4 persone:

800 gr SEPPIOLINE fresche già pulite
1 barattolo PELATI
230 gr CECI lessati
1 bicchiere VINO BIANCO
1 l ACQUA
160 gr FARINA DI RISO
PREZZEMOLO tritato q.b.
2 spicchi AGLIO 
PEPERONCINO in polvere q.b.
sale e olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO:

In una casseruola scaldate un filo di olio e rosolatevi i due spicchi di aglio privati della loro anima centrale. Aggiungete le seppie e fate rosolare per cinque minuti. Sfumate con il vino bianco e fate per bene evaporare. A questo punto unite i pelati, coprite con un coperchio e fate cuocere a fiamma moderata per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Trascorso questo tempo aggiungete i ceci e regolate di sale e peperoncino a vostro piacimento. Cuocete per altri venti minuti con coperchio socchiuso: se dovesse risultare troppo liquido il sughetto, scoperchiate qualche minuto prima del termine della cottura e terminate così la cottura in modo che il sughetto si ritiri. In ultimissimo aggiungete un pizzico di prezzemolo tritato.
Nel frattempo preparate la polenta di riso seguendo le istruzioni della farina che avete acquistato. Io ho portato ad ebollizione un litro di acqua, ho salato e aggiunto a pioggia la farina continuando a mescolare con una frusta per evitare che si formassero grumi. Dopo di che ho fatto cuocere per un quarto d'ora. Qui poi potete scegliere: se vi piace morbida impiattatela con le vostre seppioline. Altrimenti preparatela con un po' di anticipo in modo da poterla poi mettere in forno o su una bistecchiera per rendere la superficie bella croccante!




Un piattino davvero ricco e gustoso. La cosa più buona? Fare la scarpetta al sugo delle seppioline con la polenta: uno dei tanti piaceri della tavola ;-)

0 commenti:

Posta un commento