Treccia dolce con pasta madre

Buongiorno a tutti! Come va? Come state trascorrendo questi ultimi giorni di festa? Io sono andata a fare qualche gita: venerdì pomeriggio ho fatto un giretto per le vie del centro di Treviso, mentre il fine settimana sono stata vicino al lago di Toblino. Mai sentito nominare fino a venerdì ed è stata una grande scoperta: davvero dei paesaggi incantevoli, grazie anche a due splendide giornate soleggiate. Oggi pomeriggio, invece, vado a curiosare tra le casette di natale di Asiago: mi godo proprio gli ultimi giorni di vacanza ;-)

Ma oltre ad andare a spasso, mi sono anche dedicata alla cucina e ieri sera alla mia pasta madre! Eh già, pure io mi sono convertita alla pasta madre :-) Due mesetti fa circa, la mia amica Luisa mi ha donato un pezzetto della sua pasta madre e mi ha passato qualche ricettina provata e approvata dalla sua famiglia e subito le ho volute sperimentare pure io. Da allora una volta a settimana, qui a casa, prepariamo la pizza e il pane: i tempi di lievitazione sono abbastanza lunghi e bisogna organizzarsi la giornata in base agli impasti quando si vuole preparare il pane, però ne vale davvero la pena: la differenza si sente eccome, soprattutto se parliamo di pizza. Quest'oggi, però, voglio mostrarvi un'altra ricetta con la pasta madre: la treccia dolce! Questa ricetta della mia amica Luisa (e della sua mamma!!!) è davvero ottima: favolosa per la prima colazione e la merenda.




INGREDIENTI:

280 gr FARINA 00
150 gr PASTA MADRE
50 gr ZUCCHERO SEMOLATO
60 gr BURRO fuso
3 cucchiai ACQUA TIEPIDA
6/7 cucchiai LATTE TIEPIDO
1 UOVO
1 cucchiaino SALE FINO
MARMELLATA q.b. (o nutella)

PROCEDIMENTO:

In una terrina mettete tutti gli ingredienti: farina, zucchero, sale, pasta madre, uovo e il burro fuso tiepido. Cominciate ad impastare energicamente ed aggiungete un po' per volta l'acqua e il latte tiepidi. Impastate per una decina di minuti, fino ad ottenere un bell'impasto liscio ed omogeneo, trasferendovi sulla spianatoia se necessario per lavorare più energicamente.
A questo punto suddividete l'impasto ottenuto in tre palline dello stesso peso e stendete in altrettanti rettangoli (più lunghi che larghi), stendendo la pasta fino a circa mezzo centimetro. Al centro di ciascun rettangolo farcite con marmellata o nutella. 

Io per l'occasione ho deciso di utilizzare la marmellata che avevo acquistato quest'estate in val di Braies da "Alpe Pragas": prugna e sambuco. Non vi dico che bontà: queste marmellate sono eccezionali. Mi sa che prossimamente organizzerò un weekendino in zona perché ormai gli acquisti dell'estate sono quasi terminati!!!!



Comunque tornando alla nostra ricetta, dopo aver farcito ciascun rettangolo, chiudete bene i bordi e create la vostra treccia sopra una teglia ricoperta con carta da forno. Coprite con un canovaccio un po' inumidito e fate riposare tutta la notte in forno (spento) in modo che sia al calduccio e lontano da correnti.
Cuocete in forno statico a 180° per circa 35 minuti. Sfornate e fate intiepidire: semplicemente stupendo se mangiata subito, con la marmellata ancora calda, ma ottima anche a temperatura ambiente uno o due giorni dopo!




Questa treccia è davvero ottima perché è di una sofficità incredibile e soprattutto non è eccessivamente dolce. Un consiglio: scegliete una buona marmellata: quella che ho usato io è davvero squisita e da quella marcia in più a questo dolcesemplice, ma stupendo.

Con lo stesso impasto potete anche realizzare delle briochine. Il procedimento è il medesimo: semplicemente non suddividete l'impasto in tre parti, ma stendete sottile tutto insieme. Ricavate tanti triangoli (più o meno grandi a seconda del vostro gusto), farcite con marmellata o nutella e poi mettete a riposare per tutta la notte. Cuocetele in forno statico a 180° per 10/15 minuti. Andranno letteralmente a ruba!


 

Mamma mia il tempo è volato: corro a preparare il pranzo che poi si parte in direzione Asiago :-) Noi ci risentiamo domani con una nuova ricettina. Nel frattempo vi auguro una splendida giornata.

0 commenti:

Posta un commento